5 domande per Adelasia: «i miei testi sono al 99,9% autobiografici»

Guarda la video intervista sul nostro canale YouTube.

Meglio soli è il nuovo singolo di Adelasia fuori da venerdì 11 settembre per Sbaglio Dischi e in distribuzione The Orchard. Il brano è un nuovo anticipo che ci avvicina alla pubblicazione dell’album di debutto dal titolo 2021, prevista per quest’autunno.

Adelasia è il suo vero nome ed è una cantautrice. Classe 1995, nata a Lucca ma romana d’adozione, figlia di artisti, nella musica ha incanalato la sua vena creativa. Dopo il trasferimento a Roma si dedica allo studio della chitarra. Inizia quindi a scrivere le prime canzoni per ciò che fa fatica a comunicare: la fine di un sentimento, l’annuncio di un addio, la descrizione di un malessere. Sempre più incuriosita dalla scrittura decide di iniziare a studiare la voce e inizia a prendere lezioni di canto. Nel 2019 dall’incontro con Sbaglio Dischi nasce il suo progetto solista che porta alla pubblicazione di tre singoli Umido, Aliena e Controcorrente.

Guarda la video intervista a Adelasia sul nostro canale YouTube:

Adelasia si muove agilmente tra le sfumature di un indie-pop delicato, atmosfere malinconiche e influenze elettroniche di respiro internazionale. Meglio Soli è il nuovo capitolo che descrive l’incertezza di quando ci affezioniamo a qualcuno di nuovo, di quando ci perdiamo nei nostri pensieri e non abbiamo voglia di uscire il sabato sera e di quando nascondiamo nella vita di coppia la necessità e la paura di stare soli. 

Quando ho scritto Meglio Soli ero incastrata in una strana relazione. Lui era gelido e io mi facevo bastare le poche briciole di dolcezza che ogni tanto mi concedeva. Mi facevo tante domande, lui non mi dava mai risposte ed io ovviamente ne soffrivo. Ho cominciato  a scrivere di lui. Volevo capire perché non riuscissi ad  andarmene, perché mi costringessi in quella storia. Gli ho dedicato tante canzoni, tra cui questa. Alle volte pur di vivere la vita in due ci accontentiamo di chiunque. Questa dinamica si ripete anche in altri rapporti. abbiamo paura di perderci dei momenti e per questo sentiamo il dovere di essere presenti e partecipi a qualunque condizione. ma non c’è niente di più liberatorio della scelta di stare soli.

Meglio soli: cover album

Testo e musica di: Adelasia Lazzari | Prodotto da: Pietro Paroletti | Registrato da: Pietro Paroletti | Mixato da: Pietro Paroletti | Masterizzato presso La Maestà Mastering Studio da: Giovanni Versari | Artwork: Marco Casini | Foto: Niccolò Barca | Ufficio Stampa: Astarte | Label: Sbaglio Dischi

Segui Adelasia: Instagram | Facebook

Ascolta Adelasia nella nostra playlist Indie Radar #2020:

Nicole Chioccariello
Più nouvelle vague, meno nouvelle cuisine. Vivo a Padova, dove lavoro come videomaker e content creator.

Interviste

VIDEO

Podcast

leggi anche questi

Il voguing: dal ghetto di Harlem a Madonna, oltre i falsi miti

Era il 1990 quando Madonna riscriveva la storia del pop sulle note di Vogue, rendendo eternamente iconico un fenomeno culturale dell’underground newyorkese. Il voguing,...

“Solo gli artisti sopravvivono”: Il segno della lumaca | Con Naomi Lazzari

Solo gli artisti sopravvivono è il primo podcast originale prodotto da Ulai Media e curato da Michele Eretico Lamacchia: un’idea nata per dare voce...

Codacons vs Ferragni: cronache di un paese proiettato nel passato

La Ferragni come la Madonna: «squallida provocazione» o libertà artistica? Ha fatto recentemente scalpore la denuncia molto singolare da parte del Codacons, il coordinamento delle...

Lena A. per l’uscita del nuovo singolo: «vorrei suonare e non fermarmi»

Fuori da venerdì 4 settembre 2020 per Le Siepi un nuovo capitolo per la giovanissima cantautrice classe 1996 Lena A.. Tra le dita è un primo assaggio che vede la collaborazione...

Martina Filippella, illustratrice di Freeda: «non provate a dirmi less is more»

Benvenuti nel mondo pop e coloratissimo di Martina Filippella: giovane illustratrice italiana che vanta già importanti collaborazioni con editori e riviste quali Salani, Vanity...

Troupe in trip: seguendo la troupe del film “Sacro Moderno” – Prima Parte

Lontano dai riflettori, una miriade di piccole produzioni sta cercando di ricominciare. Abbiamo deciso di dar voce a chi sta dietro la cinepresa, seguendo...

Le contraddizioni della borghesia raccontate dal rapper “1989”

Le contraddizioni del ceto medio in un flow schietto e personale: "Conosco uno, che conosce uno" è il nuovo singolo del rapper 1989.

Kevyn Aucoin: il genio del makeup che ci ha lasciati troppo presto

Nato nel giorno di San Valentino del 1962 in Louisiana, Kevyn Aucoin capì di essere gay all’età di 6 anni, cosa che lo portò...

nuove uscite