Il nu-soul di Disarmo dà voce alle sfumature del desiderio

Mood introspettivo e melodie raffinate e coinvolgenti: l'esordio di Disarmo ha già un respiro internazionale.

In Anima è l’album di debutto Disarmo, il progetto tra RnB e nu-soul di Claudio Luisi, con il pedigree di uno studio iconico come quello bolognese. L’esperienza di Disarmo non è da poco. Ispirato polistrumentista è un autore e compositore estremamente preparato e capace di dar vita a melodie raffinate e coinvolgenti. I progetti a cui si è dedicato lo hanno portato a esibirsi più volte nel prestigioso teatro Ariston, anche come finalista per Sanremo Giovani, e a calcare diversi palchi, tra i quali spicca l’apertura a Vasco Rossi al Modena Park nel 2017. E aprire il concerto di Vasco non è da tutti.

Cosa ti ha spinto ad intraprendere lo studio della musica e ad iscriverti al Conservatorio?

In realtà quella del conservatorio non è stata una mia scelta, avevo solo 7 anni e i miei genitori scelsero per me quel percorso dal momento che in casa non smettevo un attimo di far baccano con strumenti giocattolo e non.

3 artisti che hanno influenzato il tuo percorso musicale.

Jeff Buckley, Lauryn Hill, James Blake.

Come ricordi l’esperienza sanremese? 

Eravamo una band di età compresa tra i 18 e i 20 anni, in giro per alberghi e studi televisivi, quindi senz’altro molto divertente.

Se dovessi scegliere un solo strumento da suonare per tutta la vita quale sceglieresti?

Pianoforte (almeno mezza coda).

Il 30 marzo è uscito il tuo nuovo album In anima. Qual è a tuo parere il filo rosso che accomuna i diversi brani?

Il desiderio… di evasione, di sentimenti fuori controllo, di contatto.

Qual è il brano all’interno dell’album a cui ti senti più legato?

Macerie, che è il pezzo con cui si apre l’album. È il racconto di un incontro improvviso, che solleva dalle macerie di sogni andati in frantumi. È un ottimo manifesto di tutto il disco.

Cosa fa Claudio quando non è Disarmo?

Faccio un lavoro che accomuna la mia passione per i motori e che mi porta in giro per tutta Italia, quindi sto viaggiando molto nonostante il “periodo”.

Leggi anche: La Milano di Lorenzo Vizzini è quella in cui tutti vorremmo tornare

Non ti resta che ascoltare Disarmo nella nostra playlist di Spotify che raccoglie tutte le nuove uscite e brani selezionati del 2021:

La redazione
Gli articoli a cura della nostra redazione.

Popolari

“Promising young woman”: il film che smaschera tutti i volti della rape culture

Vincitrice dell'Oscar per la migliore sceneggiatura originale, Emerald Fennell parla di un tema caldo e lo fa in modo non scontato.

“Un cazzo ebreo”, il libro più cringe e provocatorio del 2021

Non il solito libro sull'Olocausto: la portata civica del racconto di Katharina Volckmer per "La Nave di Teseo".

“io non piango mai…” è il nuovo singolo dei Vhsupernova

Atmosfere dance floor, cura delle sonorità e la voce avvolgente di Giulia: il nuovo singolo dei VHSUPERNOVA lo cantiamo già.

Guarda

00:51:07

Il cielo sopra Torino: intervista a Hiroshima Mon Amour

Per Ulai Talks raccontiamo il punto di vista dei lavoratori dello spettacolo, tra i più colpiti dal fermo delle attività causa pandemia. Guarda l' intervista a Fabrizio Gargarone, direttore artistico di Hiroshima Mon Amour (Torino).
00:41:06

25 anni a tutto volume: la storia del New Age Club

I ricordi e le visioni future di Gabriele Vian, mente e cuore dello storico locale di Roncade (Treviso).
00:11:48

Ulai Talks: video-intervista agli Allen @Arcella Bella

Gli Allen, duo di producer e musicisti originari di Vicenza, protagonisti di una nuova puntata di Ulai Talks.

altro di ulai

Il Geometra: la band di culto torna con un nuovo brano e si racconta

Novità dalla scena indipendente umbra: il nuovo singolo di Il Geometra tratteggia la storia di tre madri, tra il sacro e il profano.

La positiva semplicità dei videoclip indipendenti

Videoclip musicali che raccontano storie, come cortometraggi. Giacomo Coerezza ci racconta con amore la sua King's Road Film.

Da Hogwarts a Howard: sparizioni magiche di Dipartimenti “scomodi”

Nell'isteria del politically correct, l'Università di Howard (Washington) chiude ufficialmente il proprio Dipartimento di Studi classici.

“Promising young woman”: il film che smaschera tutti i volti della rape culture

Vincitrice dell'Oscar per la migliore sceneggiatura originale, Emerald Fennell parla di un tema caldo e lo fa in modo non scontato.

Solo gli artisti sopravvivono: nel podcast con Dresscodeguru parliamo di street art

Poster irriverenti e magliettine di carta: chi è Dresscodeguru e perchè continua a stupirci? Ce lo racconta in questo podcast.
00:51:07

Il cielo sopra Torino: intervista a Hiroshima Mon Amour

Per Ulai Talks raccontiamo il punto di vista dei lavoratori dello spettacolo, tra i più colpiti dal fermo delle attività causa pandemia. Guarda l' intervista a Fabrizio Gargarone, direttore artistico di Hiroshima Mon Amour (Torino).

Il nu-soul di Disarmo dà voce alle sfumature del desiderio

Mood introspettivo e melodie raffinate e coinvolgenti: l'esordio di Disarmo ha già un respiro internazionale.

Dove nascono le idee: nella sede di Ohimeme Records

Fuori Alessandra c'è Ohimeme Records: un gruppo di ragazzacci che fa musica e ci racconta qualche aneddoto.

L’illustrazione legata alla tematica animalista: il podcast con Lara Ottaviani

Illustrazione e incisione come forma d'espressione legata alla tematica animalista nel secondo episodio del podcast "Solo Gli Artisti Sopravvivono".