Solo gli artisti sopravvivono – Il primo podcast di Ulai Media

Un dialogo con gli artisti, in bilico tra il bisogno di essere riconosciuti come professionisti e la voglia di voler fare quello che si ama per tutta la vita.

Solo gli artisti sopravvivono è il primo podcast originale prodotto da Ulai Media e curato da Michele Eretico Lamacchia: un’idea nata per dare voce alle storie individuali e alle paure collettive che caratterizzano il nebuloso e affascinante mondo del “fare arte” e del “vivere d’arte”. 

Cosa significa essere artisti al giorno d’oggi? Quali sono i principali ostacoli che contrappongono l’idea di arte come svago e il suo riconoscimento economico-sociale da parte della comunità? L’arte come semplice hobby o risposta ad un’esigenza interiore? Occupazione per cui si stenta a “guadagnarsi da vivere” o unica via per sopravvivere?

Partendo dal territorio bolognese per approdare a quello italiano, risponderemo a tutte queste domande intervistando giovani artisti e addetti ai lavori. Metteremo in luce le mille sfaccettature di un universo fatto di slancio e dedizione, conquiste e paure, in marcia verso il proprio riconoscimento sociale.

Ad accompagnarci in questo viaggio ci sarà Michele Eretico Lamacchia, musicista e podcaster. Dopo la laurea in musicologia Michele ha intrapreso un percorso di studi in radiofonia presso Music-Academy, e grazie ad un periodo di lavoro presso VOIS FM (podcast media company), è entrato nel mondo del podcasting indipendente. Tra i podcast curati da Michele figurano Verità Scomode (nelle staff picks di Spreaker), Lettera Femmina di Maria Elena Tripaldi (consigliato da il Corriere della Sera) e Pensi-ero ZeroZero

La copertina di Solo gli artisti sopravvivono è realizzata da Giada Maestra. Illustratrice e artista autodidatta, Giada attualmente vive a Londra dove si sta specializzando in illustrazione con un master al Camberwell College of Arts, UAL. Ha ricevuto la sua formazione tra Strasburgo, Venezia e Parigi, dove ha studiato Fashion Design.

Ascolta su Spotify | Apple Podcast | Google Podcast | Spreaker

Popolari

Solo gli artisti sopravvivono – Animali illustrati con Lara Ottaviani

Illustrazione e incisione legate alla tematica animalista: Lara Ottaviani si racconta nel secondo episodio del podcast "Solo Gli Artisti Sopravvivono".

Le illustrazioni minimal déco di Sophie Villa

Le illustrazioni di Sophie Villa regalano attimi di leggerezza reinterpretando in senso moderno le geometrie curate dell'art decò.

Arte emergente: per Alice e Ahad nulla è più ricco della polvere

Alice Mestriner e Ahad Moslemi si interrogano sui concetti di tempo, identità e linguaggio, tra installazione, performance e arte concettuale.

recenti

La bellezza eterea negli scatti di Giada Ramera

Fotografa italiana con un passato da pittrice, Giada Ramera riesce a raccontare in ogni scatto il proprio ideale di bellezza femminile.

Le illustrazioni minimal déco di Sophie Villa

Le illustrazioni di Sophie Villa regalano attimi di leggerezza reinterpretando in senso moderno le geometrie curate dell'art decò.

L’esordio esplosivo di Tanca e la sua crew in “Words of Dogtwon”

L'amore per lo skate, il collettivo Klen Sheet e un disco rap dall'attitudine punk. Quello di Tanca è un esordio col botto.

altro di ulai

Walkman – Scelti da Scirocco

Scirocco ci consiglia alcuni brani per staccare un pò la mente e fare un tuffo nel cantautorato indipendente italiano.

Crypto art: l’arte del mercato

NFTs, criptovalute, blockchain: un futuro radioso per gli artisti o un’innovativa forma di speculazione?

Quando l’omosessualità viola la legge e la religione

Cortocircuito tra modernità urbanistica e conservatorismo dei diritti: la storia di Shaf, donna gay e musulmana a Singapore.

Il disco d’esordio di Vipera è pura poesia

Dal roster di Dischi Sotterranei una nuova proposta tanto indecifrabile quanto ammaliante: "Tentativo di Volo" è l'ep d'esordio di Vipera.

Solo gli artisti sopravvivono – Prendersi cura dell’arte con Laura Rositani

In questa nuova puntata del podcast "Solo gli artisti sopravvivono" Laura Rositani ci parla del suo lavoro come curatrice d'arte.