Raffaella Carrà, le più belle illustrazioni su Instagram

Raffaella Carrà, le più belle illustrazioni su Instagram

Così gli illustratori italiani rendono omaggio alla Carrà nazionale.

Così gli illustratori italiani rendono omaggio alla Carrà nazionale.

Raffaella Carrà ci ha lasciati pochi giorni fa all’età di 78 anni a causa di una malattia che l’aveva costretta a ritirarsi dalla vita pubblica. Definita da molti una delle più grandi showgirl italiane, Raffaella era molto di più: cantante, ballerina, presentatrice, autrice e attrice, la Carrà era un’artista a tutto tondo, un’icona di stile, libertà ed emancipazione. 

Il cordoglio per la morte di Raffaella è arrivato a livello nazionale e internazionale, dal mondo della televisione a quello della politica, dal cinema allo sport. La federcalcio italiana ha persino convinto la Uefa a inserire nella playlist usata per il riscaldamento a Wembley una delle sue canzoni più famose e amate: A far l’amore comincia tu

Per omaggiarla anche noi, a nostro modo, abbiamo selezionato alcune delle moltissime illustrazioni apparse in questi giorni su Instagram, che la vedono protagonista di quel mondo vivace, libero e senza sovrastrutture, in cui ci piacere ricordarla. 

Le nostre proposte: @lilybris, @marangio_, @valentina.merzi, @luchadora_visualartist, @studiojokin, @audace.club.

Articoli Recenti

Altre Storie

Dove nascono le idee – A casa di Dheli

Entriamo nelle case degli artisti, per scroccare un caffè e scoprire dove nascono le idee. Un racconto in foto a cura di Simone Pezzolati.

Arte emergente: per Alice e Ahad nulla è più ricco della polvere

Alice Mestriner e Ahad Moslemi si interrogano sui concetti di tempo, identità e linguaggio, tra installazione, performance e arte concettuale.

Il 2020 secondo Ulai: i nostri migliori articoli

Dalla pandemia globale all’omicidio di George Floyd; dalla discussione sul body shaming e i fenomeni LGBTQ+, alla morte di...

La fotografia di Caterina Notte riscrive il concetto di fragilità femminile

Caterina Notte indaga la complessità della figura femminile e la dinamica fluttuante tra vittima e predatore.