Out of the blue: la fotografia secondo Pasquale Ettorre

Quando una passione inaspettata per la fotografia porta ad un felice incontro tra ritratti femminili e mondo fashion.

«Da ragazzino non me ne fregava nulla della fotografia nonostante mio padre fosse un fotografo (ora è in pensione). Quasi la odiavo, a tratti. Poi ho scoperto la vera fotografia, fatta di storia, autori, idee, progetti, racconti ed esperienze di vita e me ne sono innamorato.»

Pasquale è originario di Matera ma vive e lavora a Milano da 10 anni. Qui frequenta un master in Photography and Visual Design. Dopo un periodo di gavetta come assistente, lavora come fotografo freelance. Stile minimal e naturale, tra la ritrattistica e il mondo fashion, le sue fotografie scaturiscono lo stesso effetto di una ventata d’aria fresca.

ritratto-donna-bicchiere-pasquale-ettorre

Come nasce la tua passione per la fotografia?

Più che una passione la fotografia è per me una sorta di necessità che non ho scoperto “out of the bluema che ho sempre sentito. E’ un interesse che ho sempre avuto, non legato al puro atto di fotografare ma ad un uso a volte consapevole altre inconsapevole della fotografia come mezzo per imparare e conoscere qualcosa che mi incuriosisce e interessa.

donna-vestito-verde-pasquale-ettorre-fotografia

Come scegli le/i modelle/i? 

Li scelgo cercando sempre di incontrare prima i soggetti che voglio fotografare, per scambiare due chiacchiere. 

Quali sono i pro e i contro della fotografia analogica?

Come pro cito sicuramente: l’approccio che diventa più pensato; il non avere a disposizione il monitor per guardare gli scatti e quindi la necessità di una maggior riflessione; il controllo su tutto il processo dallo scatto alla stampa. Come contro direi l’attesa (che è comunque anche un PRO) e l’elevato costo delle pellicole.

donna-giardino-pasquale-ettorre-fotografia

Quanto curi la post-produzione?

Pochissimo. Tendo a lasciare le foto così come sono. Odio i livelli di Photoshop. 

Raccontaci una o più fotografie a cui sei particolarmente legato. 

Tutte le fotografie che ha scattato mio padre quando ero un bimbo/ragazzino e che mia madre, negli anni, ha conservato in degli album fantastici. 

Se avessi la possibilità di scegliere, chi ti piacerebbe fotografare in futuro? 

Ogni tanto scrivo chi mi piacerebbe scattare ma cambio continuamente soggetto. Al momento, l’ultimo nome inserito nella lista, è quello di Clementine Creevy dei Cherry Glazzer.

Leggi anche: Gotico contemporaneo nella fotografia di Isotta Giulia Acquati

donna-riccia-pasquale-ettorre-fotografia
ritratto-donna-anguria-pasquale-ettorre-fotografia-contemporanea
ritratto-penombra-pasquale-ettorre-fotografia
ease-attitude-pasquale-ettorre-fotografia

Foto di Pasquale Ettorre: Instagram Website

Nicole Chioccariello
Più nouvelle vague, meno nouvelle cuisine. Vivo a Padova, dove lavoro come videomaker e content creator.

Popolari

“Crudelia” e la crudeltà di essere giudicata normale

Il nuovo film della Disney "Crudelia", interpretato da Emma Stone, è un inno all’anticonformismo punk nella Londra anni Settanta.

“Promising young woman”: il film che smaschera tutti i volti della rape culture

Vincitrice dell'Oscar per la migliore sceneggiatura originale, Emerald Fennell parla di un tema caldo e lo fa in modo non scontato.

“Un cazzo ebreo”, il libro più cringe e provocatorio del 2021

Non il solito libro sull'Olocausto: la portata civica del racconto di Katharina Volckmer per "La Nave di Teseo".

Guarda

00:51:07

Il cielo sopra Torino: intervista a Hiroshima Mon Amour

Per Ulai Talks raccontiamo il punto di vista dei lavoratori dello spettacolo, tra i più colpiti dal fermo delle attività causa pandemia. Guarda l' intervista a Fabrizio Gargarone, direttore artistico di Hiroshima Mon Amour (Torino).
00:41:06

25 anni a tutto volume: la storia del New Age Club

I ricordi e le visioni future di Gabriele Vian, mente e cuore dello storico locale di Roncade (Treviso).
00:11:48

Ulai Talks: video-intervista agli Allen @Arcella Bella

Gli Allen, duo di producer e musicisti originari di Vicenza, protagonisti di una nuova puntata di Ulai Talks.

altro di ulai

“Crudelia” e la crudeltà di essere giudicata normale

Il nuovo film della Disney "Crudelia", interpretato da Emma Stone, è un inno all’anticonformismo punk nella Londra anni Settanta.

15 brani consigliati da 15 artisti per la Giornata Mondiale del Vento

Da consumarsi preferibilmente cantando a squarciagola in macchina.

Just Art, «anche l’anima va sfamata»: intervista allo street artist Sirante

La street art è creata per raccontare una storia, promuovere un'idea, illustrare una cultura,...

Solo gli artisti sopravvivono: Beatrice Migliorati e la fotografia come atto

La fotografia è un atto d'amore e come l'amore modifica il prima e il dopo: un podcast con l'artista visiva bresciana Beatrice Migliorati.

La cantante e designer lituana Popa ci racconta la sua Psicomagia

"Psicomagia" è il nuovo singolo della cantante lituana Popa: tra la leggerezza degli anni del boom e le crisi esisteziali post-pandemiche.

Intervista a Cecco e Cipo: da X Factor all’isola di Baffin parliamo d’amore

Irriverenti e romantici: Cecco e Cipo tornano con un nuovo singolo che parla d'amore e di una cartolina della Groenlandia.

Walkman #4 – My Girl Is Retro

In uscita con il nuovo singolo "Corallo", My Girl Is Retro compone per noi una playlist avvolgente e riflessiva, come la sua musica.

6 album freschi freschi da ascoltare questa settimana

Una selezione di uscite dal respiro internazionale che proprio non potete farvi scappare.

La filosofia del ramo: l’arte di Iside Calcagnile in un nuovo podcast

Dalla pittura all'installazione che si serve di elementi naturali, Iside Calcagnile ci racconta il suo essere artista e la sua ecosofia.