Boreale: il vantaggio di essere indie e un singolo di fine estate

Conosciamo un cantautore entrato a far parte delle playlist italiane più ascoltate su Spotify.

Boreale è Alessandro Morini, cantautore romano che racconta storie malinconiche mescolate a caustiche ironie. Debutta a maggio 2019 con il brano Maggio Novantasei, il cui video viene subito scelto da Corriere.it per l’anteprima. Nello stesso anno escono i singoli Maremoto, Niente e Kilometri che entrano in alcune playlist di Spotify come Scuola indie e New Music Friday. Il nuovo anno vede l’uscita dei singoli Meraviglia e Tienila Stretta questa felicità (comparsa in Indie ItaliaScuola Indie e la Viral 50 – Italia di Spotify). La tua bocca, uscito per Rumore di Zona (distribuzione The Orchard) il 17 settembre, fa da sfondo alla fine dell’estate con arrangiamenti vagamente retrò.

Perché ti chiami Boreale?

Mi piaceva proprio il suono di questo nome, in più mi piaceva che questo mio nuovo percorso avesse i colori dell’aurora boreale.

Come nascono le tue canzoni?

Nascono un po’ ovunque, ma soprattutto in viaggio, in molti viaggi spesso mi appunto tantissime cose e da lì parte tutto.

Raccontaci qualcosa di più del tuo ultimo singolo “La tua bocca”.

La tua bocca è un singolo di fine estate, si porta con sé quella malinconia ma anche quella felicità per qualcosa di molto bello che sta per iniziare. 

Boreale, Nella tua bocca: cover album

Qual è il tuo primo ricordo legato alla musica?

Il primo primo fu quando cantavo le canzoni che mia madre metteva allo stereo di casa; tra Battisti, Morandi, Venditti, De Andrè e Baglioni. Ce n’è un secondo che ricordo molto bene ancora oggi in cui provavo a suonare Regalami il tuo sogno di Ligabue con la chitarra (primo approccio allo strumento), fatto di due accordi, cantavo questa canzone ma allo stesso tempo piangevo per il dolore alle dita sanguinanti.

L’album che non ti stanchi mai di ascoltare.

Ce ne sono molti, uno tra questi è Canzoni a manovella di Vinicio Capossela e Siamo solo noi di Vasco Rossi.

Hai un piano-b rispetto al fare musica?

È tutta la vita che mi dedico anche ad altro, riuscire nella musica sarebbe semplicemente riuscire nella mia passione più grande.

Cosa significa oggi essere “indie”?

Essere indie significa essere entrati a far parte di un circuito, dove è nato un grande interesse. In questi anni è stato costruito questo circuito pian piano e ha preso sempre più piede, ed entrare in questo tipo di concezione in qualche modo è diventato un vero e proprio vantaggio.

Progetti futuri?

Entrerò in studio a giorni per ultimare finalmente il mio primo disco, non vedo l’ora!

Ascolta Boreale nella nostra playlist Indie Radar #2020:

La redazione
Gli articoli a cura della nostra redazione.

Popolari

15 brani consigliati da 15 artisti per la Giornata Mondiale del Vento

Da consumarsi preferibilmente cantando a squarciagola in macchina.

Il disco d’esordio di Vipera è pura poesia

Dal roster di Dischi Sotterranei una nuova proposta tanto indecifrabile quanto ammaliante: "Tentativo di Volo" è l'ep d'esordio di Vipera.

L’Avvocato dei Santi: «uso le canzoni come antidoto ai miei veleni»

Intervista a l'Avvocato dei Santi, alias Mattia Mari, cantautore e polistrumentista romano.

recenti

“Il nome della rosa” e il Postmoderno: ma ne siamo davvero usciti?

Il romanzo di Eco è un capolavoro della contemporaneità e ce ne disvela il carattere ibrido, labirintico, citazionista e senza centro.

Il disco d’esordio di Vipera è pura poesia

Dal roster di Dischi Sotterranei una nuova proposta tanto indecifrabile quanto ammaliante: "Tentativo di Volo" è l'ep d'esordio di Vipera.

Dove nascono le idee – A casa di Henna

Per la rubrica "Dove nascono le idee" siamo stati a Milano, zona Porta Venezia, a casa della cantautrice italiana Henna.

altro di ulai

Storie dalla quarantena: “Living in quarantine” di Federica Cocciro

L’incredulità della reclusione attraverso gli occhi di una fotografa milanese.

Dove nascono le idee – A casa di Tigri

Nel cuore di Loreto a Milano, vive TIGRI, atipico cantautore della scena indipendente che ha di recente pubblicato un nuovo singolo "Geisha".

Cosa ci ha insegnato L’Ultimo Concerto? sul valore dei live club

Dalla provocazione de L'Ultimo Concerto all'esibizione dello Stato Sociale a Sanremo: il faticoso cammino di un settore alla ricerca di un riconoscimento culturale che non arriva.

Il fotografo della terapia intensiva: Paolo Miranda

Il fotografo-infermiere del Covid diventato famoso sul web per i suoi scatti nel reparto di terapia intensiva nell'Ospedale di Cremona.

La positiva semplicità dei videoclip indipendenti

Videoclip musicali che raccontano storie, come cortometraggi. Giacomo Coerezza ci racconta con amore la sua King's Road Film.