Ghali per Benetton in una nuova capsule collection

Ghali per Benetton in una nuova capsule collection

Vibrante, pop, multiculturale: "United Colors of Ghali" è la nuova capsule collection firmata da Ghali per Benetton, presentata alla Milano Fashion Week.

Vibrante, pop, multiculturale: "United Colors of Ghali" è la nuova capsule collection firmata da Ghali per Benetton, presentata alla Milano Fashion Week.

Mentre i Maneskin debuttano come testimonial per Gucci Aria, la nuova campagna di Gucci che incarna «l’impeto rivoluzionario e gioioso dell’eros in quanto forza creativa dell’immaginario contemporaneo», anche Ghali viene cooptato dal mondo della moda. L’autore di Good Times e Cara Italia presta il suo volto per le campagne pubblicitarie e partecipa all’ideazione di una nuova capsule collection per United Colors of Benetton.

L’elemento interessante della collezione è che contiene numerosi riferimenti all’universo biografico ed estetico dell’artista. Italiano nato da genitori tunisini e cresciuto nella periferia milanese, il rapper ha fatto della contaminazione culturale e musicale la sua cifra stilistica: «Io sono italiano di origini arabe e con il mio lavoro – racconta il rapper – ho sempre cercato di mixare questi due mondi e di trovare il connubio perfetto». 

United Colors of Ghali interpreta allo stesso tempo i valori del rapper e quelli del brand, che anche in passato (con Oliviero Toscani) ha spinto sui principi di multiculturalità e integrazione«Il suo stile, le sue idee, il suo atteggiamento: è come se ci conoscessimo da sempre», dichiara Massimo Renon, Amministratore Delegato di Benetton Group, «Siamo entusiasti di collaborare con un grande artista, ma soprattutto con un uomo che condivide i nostri valori».

Ghali dal canto suo, sembra perfettamente a suo agio anche in questa veste. «Ho bisogno di esprimermi in più modi, abbiamo voluto creare capi per la mia generazione e per le strade», commenta, «Non sono un designer, ma ho idee chiare sui vestiti per me, per la mia crew e i fan e questa è una collezione genuina, fatta di vestiti da indossare ogni giorno: ho pensato a questo momento che non è ‘celebrating’ ma ‘cozy’ e ho creato capi che vanno bene per la scuola o per stare a casa a giocare alla Play, ma anche per fare un aperitivo se sarà possibile» (Fonte: Ansa).

Leggi anche: Il voguing: dal ghetto di Harlem a Madonna, oltre i falsi miti

I capi – circa 45 pezzi – sono tute, cappellini, felpe con l’hijab, varsity jacket con le tappe della sua carriera sotto forma di patch e scritte in araboCreare vestiti in arabo non è una scelta puramente estetica ma un «segnale di grande cambiamento» culturale.

La capsule sarà in vendita online e in punti vendita selezionati a partire dal 30 settembre 2021. A ottobre, invece, Benetton porterà la Ghali experience e la capsule collection nelle province italiane, con un tour in camper che farà tappa a Milano, Verona, Livorno, Arezzo, Napoli, Bari, Lecce e Roma.

Articoli Recenti

Altre Storie

Fantasia, bellezza, energia: la lotta è pop nelle illustrazioni di Luchadora

Luchadora è una visual artist italiana pronta a risvegliare i nostri animi con forme e colori.

Just Art, «anche l’anima va sfamata»: intervista allo street artist Sirante

La street art è creata per raccontare una storia, promuovere un'idea, illustrare una cultura, far riflettere lo spettatore o...

Solisumarte: intervista al duo bresciano che conquista Spotify

Brescia suona indie-pop: "Stare Lucido" è il nuovo singolo dei Solisumarte.

La fotografia intima e sincera di Martina Bertacchi

Martina Bertacchi fotografa l'amore e la personalità dei suoi soggetti con una delicatezza rara: ecco perchè ci piace.