15 brani consigliati da 15 artisti per la Giornata Mondiale del Vento

Da consumarsi preferibilmente cantando a squarciagola in macchina.

La Giornata Mondiale del Vento (Global Wind Day) si festeggia in tutto il mondo il 15 giugno, al fine di promuovere l’energia del vento come fonte pulita e inesauribile. Il Global Wind Day è organizzato dall’EWEA (European Wind Energy Association) e dal GWEC (Global Wind Energy Council), in collaborazione con associazioni nazionali e società coinvolte nella produzione di energia eolica, che organizzano eventi in molti paesi del mondo. Per l’occasione abbiamo chiamato 15 artisti e abbiamo chiesto loro qual è il brano migliore da urlare in macchina con il vento che si infiltra dai finestrini. Ecco come è andata!

#1 U2- Where The Streets Have No Name

Consigliata da Hesanobody

È una canzone liberatoria, da viaggio in macchina attraverso distese sterminate e paesaggi dove la terra si fonde lontanissima col cielo mentre la linea dell’orizzonte svanisce. Un inno da cantare a squarciagola in compagnia.

#2 ABBA – Ciquita

Consigliata da [lessness]

Non sono un urlatore, urlo molto di rado e di solito per qualche dolore acuto ed improvviso. Tipo dal dentista. Per questo motivo non indico alcuna canzone che mi abbia mai gasato abbastanza in macchina da urlarne le parole (che poi i testi delle canzoni non lo ricordo mai). Segnalo invece una canzone che mi fa venire voglia di urlare dal dolore ogni volta che la sento; se qualcuno un giorno dovesse torturarmi per estorcermi informazioni non dovrà strapparmi le unghie dei piedi, sarà sufficiente farmi ascoltare un paio di volte Ciquitita degli ABBA.

#3 Gio Evan – Estrospezione

Consigliata da MANI

Per la giornata mondiale del vento consiglio di ascoltare vivamente Estrospezione di Gio Evan, in silenzio in piedi sul proprio balcone ad annusare l’aria fresca di Maggio. Fermatevi un minuto!

#4 MGMT – Time To Pretend

Consigliata da Granger

Questa è una delle mie canzoni preferite in assoluto. esprime il desiderio di scappare per creare una nuova vita sulla base della libertà, ma ci spinge anche a fare una riflessione su ciò che vogliamo davvero e su cosa sia realmente la libertà.

#5 BLANCO – Paraocchi

Consigliata da Neverbh

Vabbè che devo dire, questa è LA canzone da macchina. Mettetela e basta

#6 Giorgio Poi – Stella

Consigliata da Adelasia

Il brano che amo cantare a squarciagola in macchina, quando parte il ritornello puoi solo “sparare il mento verso cielo” e urlare.

#7 Lucio Dalla – Siamo Dei 

Consigliata da Dado Bargioni

Canto spesso come un pazzo in macchina, soprattutto nei lunghi viaggi. E in effetti non può dirsi un viaggio in auto che si rispetti se ad un certo punto, dalla radio, non esce Siamo Dei di Lucio Dalla. È stupefacente (nel senso di “sostanza”), quando parte lei, parto anch’io. Sempre. E la canto pure molto bene!! (Ahaha!)

#8 Bobby Brown – My Prerogative

Consigliata da Azazel

Un urlo di libertà, tutto da urlare in macchina. “They think I’m crazy, I really don’t care”. Un evergreen che non passa mai.

#9 Led Zeppelin – Whole Lotta Love 

Consigliata da Larocca

Il brano perfetto da gridare a squarciagola rimane per me Whole Lotta Love dei Led Zeppelin, ogni tanto mi concedo il sano Classic Rock che mi ha cresciuto! A dire la verità conosco tutti i pezzi dei Led Zeppelin a memoria, potrei fare un viaggio Bari – Milano cantando tutta la loro discografia.

#10 Elisa – Labyrinth

Consigliata da Katres

Brano perfetto da urlare in macchina con i capelli al vento, l’ho scelto perché è collaudato, l’ho fatto diversi anni fa, funziona e dona un immediato effetto liberatorio 🙂 

#11 Eduardo De Crescenzo – Ancora

Consigliata da Dimeglio

Un brano perfetto da urlare in macchina è Ancora di Eduardo De Crescenzo. Sul climax finale impazzisco letteralmente a urlare a squarciagola: ANCORA!

#12 Lucio Dalla – Mambo

Consigliata da Doriah

Cantata centinaia di volte in macchina. Trovo l’urlo disperato di questa canzone un rito catartico, entro nel cubicolo dell’auto, faccio il pazzo, poi quando scendo sono una persona tranquilla, forse.

#13 Christopher Cross – Ride Like The Wind

Consigliata da Angelika

Christopher Cross canta “I’ve got to ride like the wind to be free again”; quindi quale brano ,se non questo,da cantare e ascoltare quando si ha voglia di urlare al mondo, anche se nella solitudine di un piccolo abitacolo, la nostra voglia di libertà?

#14 Irama – Crepe

Consigliata da Carnevali

Consiglierei Crepe di Irama, perché penso che sia la canzone del momento e anche molto orecchiabile, adatta da cantare a squarciagola in macchina!

#15 Ed Sheeran – Castles on the hill

Consigliata da Liam&Care

Una cassa dritta costante che da carica e libertà, come quando metti la mano fuori dal finestrino per sentire il vento, come quando canti in macchina liberando tutto te stesso. La musica è questo, la musica è vita.

La redazione
Gli articoli a cura della nostra redazione.

Popolari

Carmine Tundo (La Municipàl) torna con il progetto “Diego Rivera”

Suoni mediterranei e influenze del Sudamerica: il nuovo progetto artistico del cantautore Carmine Tundo.

Stefano Bruno: «Mi sono riavvicinato alla musica perché mi piaceva una ragazza»

Fuori dal 29 settembre, "Per le strade del cielo", il disco di debutto del cantautore milanese Stefano Bruno, classe 1990.

I Vhsupernova ci fanno “stare zen” con un nuovo singolo estivo

Musica pop da Milano alla Luna: la nostra intervista al duo milanese emergente Vhsupernova in occasione dell'uscita del nuovo singolo "Zen".

recenti

Dove nascono le idee – A casa di Henna

Per la rubrica "Dove nascono le idee" siamo stati a Milano, zona Porta Venezia, a casa della cantautrice italiana Henna.

La fotografia intima e sincera di Martina Bertacchi

Martina Bertacchi fotografa l'amore e la personalità dei suoi soggetti con una delicatezza rara: ecco perchè ci piace.

Raffaella Carrà, le più belle illustrazioni su Instagram

Da showgirl a icona pop di libertà e anticonformismo: anche gli illustratori italiani rendono omaggio a Raffaella Carrà.

altro di ulai

Sing Street vi caricherà di ottimismo!

Un ritorno vivace e nostalgico ai mitici anni '80, quando ancora si credeva nei propri sogni e nella forza trascinante della musica.

Nicoló Marangoni presenta “La geografia dei nostri sguardi”

Abbiamo ancora bisogno di ballad.

“Solo gli artisti sopravvivono”: il segno della lumaca con Naomi Lazzari

Burattini, marionette e scenografie. L'arte di creare arte per la comunità e per il benessere. Un podcast con Naomi Lazzari, a cura di Michele Eretico Lamacchia.

Ulai Talks: video-intervista ai Joe D. Palma

Ulai Talks è la nuova rubrica di Ulai che racconta il nostro presente attraverso...

L’Edera: “Asfalto è una storia che accade nella periferia di qualcosa”

"Asfalto" (Romolo Dischi/Pirames International) è il nuovo singolo di L'Edera, e non ci resta che aspettare il nuovo EP.