Intervista ai Booda: da X Factor 13 al ritorno live, in attesa del nuovo singolo

5 domande per il trio più esplosivo di X Factor: «Avevamo le idee molto chiare rispetto al sound che volevamo proporre.»

Federica Buda (voce), Martina Bertini (basso) e Alessio Sbarzella (batteria-producer) sono i Booda: il power trio che ha conquistato pubblico e giudici nell’ultima edizione di X Factor con un sound accattivante ed esplosivo. Il loro primo inedito Elefante, realizzato all’interno del programma in onda su Sky1, ha superato 1 milione di stream su Spotify.

Federica Buda, siracusana di nascita, romana d’adozione, si è diplomata in canto, danza e recitazione presso lo Ials di Roma. Ha calcato alcuni fra i più prestigiosi palcoscenici teatrali italiani con spettacoli come Footloose, Siddharta, Queen at the Opera e ha interpretato Gelida al fianco di Lorella Cuccarini ne La Regina di ghiaccio. Ha precedentemente partecipato, classificandosi semifinalista, ai programmi televisivi The Voice of Italy e Forte Forte Forte.

Martina Bertini ha iniziato a studiare basso elettrico a 13 anni tra scuole di musica e Conservatorio. Negli anni ha collaborato live, in studio e come arrangiatrice con tantissimi artisti del panorama italiano e non, spaziando dal pop al rock alla musica africana e calcando alcuni dei palchi più importanti in Italia e in Europa.

Alessio Sbarzella è un batterista, music producer e sound designer che spazia dalla classica al rock, dal teatro multimediale alla musica elettronica dal vivo. Nella sua lunga esperienza si è occupato di produzioni musicali in studio e dal vivo, live performance acustiche ed elettroniche, workshop musicali.

Federica, Alessio e Martina sono attualmente in studio per la realizzazione del loro primo album, anticipato da un singolo di prossima uscita. Li abbiamo intervistati per conoscerli meglio e sapere qualcosa di più di questa nuova partenza live.

Come nascono i Booda e qual’è il vostro background?

Federica: I Booda nascono grazie all’incontro di noi tre tramite dei colleghi in comune ed è nato subito l’amore.

Martina: Il nostro background invece è la somma dei background di tutti e tre: Federica con le sue influenze più R’n’B, io con delle influenze più black / afro, Alessio con delle influenze più tecno / elettroniche, che sommate insieme hanno creato il nostro sound.

Quanto ha influito la partecipazione a X Factor nel vostro percorso artistico?

Alessio: A livello artistico ha influito molto poco, anche perchè noi siamo arrivati fin dalle prime fasi del programma con i Booda. Avevamo le idee molto chiare rispetto al sound che volevamo proporre. Più che un’influenza è stato un arricchimento, visti i numerosi feedback che abbiamo ricevuto durante tutte le fasi del programma.

Com’è stato il vostro rapporto con Samuel e in che modo vi ha aiutati nella costruzione del vostro primo singolo Elefante

Federica: Con Samuel abbiamo subito instaurato un rapporto quasi fraterno, di amicizia. Abbiamo parlato tanto di musica, del nostro essere artisti. È stato un mentore, un fratello più grande diciamo così.

Martina: Per il singolo ci ha aiutato proprio a livello pratico, h24. Ci siamo chiusi in studio una giornata intera fino alle 3 di notte a scrivere insieme.

Federica: Elefante infatti porta la firma di Samuel, Alessandro Bavo e Davide Napoleone.

Come definireste il vostro stile musicale?

Federica: Il nostro stile musica, il cosiddetto “Booda sound”, è la somma di tutte le nostre influenze artistiche.

Martina: Ci muoviamo in un mondo urban cercando di esplorarlo il più ampiamente possibile, nella “giungla urbana”.

A cosa state lavorando attualmente?

Federica: Stiamo aspettando che questo periodo un pò particolare passi in fretta perchè abbiamo tanto lavoro da fare, tantissima voglia di lavorare e di tornare su un palco, anzi, su mille palchi! Abbiamo un sacco di voglia di far uscire la nostra nuova musica, quindi incrociamo le dita.

La redazione
Gli articoli a cura della nostra redazione.

Popolari

“Crudelia” e la crudeltà di essere giudicata normale

Il nuovo film della Disney "Crudelia", interpretato da Emma Stone, è un inno all’anticonformismo punk nella Londra anni Settanta.

“Promising young woman”: il film che smaschera tutti i volti della rape culture

Vincitrice dell'Oscar per la migliore sceneggiatura originale, Emerald Fennell parla di un tema caldo e lo fa in modo non scontato.

“Un cazzo ebreo”, il libro più cringe e provocatorio del 2021

Non il solito libro sull'Olocausto: la portata civica del racconto di Katharina Volckmer per "La Nave di Teseo".

Guarda

00:51:07

Il cielo sopra Torino: intervista a Hiroshima Mon Amour

Per Ulai Talks raccontiamo il punto di vista dei lavoratori dello spettacolo, tra i più colpiti dal fermo delle attività causa pandemia. Guarda l' intervista a Fabrizio Gargarone, direttore artistico di Hiroshima Mon Amour (Torino).
00:41:06

25 anni a tutto volume: la storia del New Age Club

I ricordi e le visioni future di Gabriele Vian, mente e cuore dello storico locale di Roncade (Treviso).
00:11:48

Ulai Talks: video-intervista agli Allen @Arcella Bella

Gli Allen, duo di producer e musicisti originari di Vicenza, protagonisti di una nuova puntata di Ulai Talks.

altro di ulai

“Crudelia” e la crudeltà di essere giudicata normale

Il nuovo film della Disney "Crudelia", interpretato da Emma Stone, è un inno all’anticonformismo punk nella Londra anni Settanta.

15 brani consigliati da 15 artisti per la Giornata Mondiale del Vento

Da consumarsi preferibilmente cantando a squarciagola in macchina.

Just Art, «anche l’anima va sfamata»: intervista allo street artist Sirante

La street art è creata per raccontare una storia, promuovere un'idea, illustrare una cultura,...

Solo gli artisti sopravvivono: Beatrice Migliorati e la fotografia come atto

La fotografia è un atto d'amore e come l'amore modifica il prima e il dopo: un podcast con l'artista visiva bresciana Beatrice Migliorati.

La cantante e designer lituana Popa ci racconta la sua Psicomagia

"Psicomagia" è il nuovo singolo della cantante lituana Popa: tra la leggerezza degli anni del boom e le crisi esisteziali post-pandemiche.

Intervista a Cecco e Cipo: da X Factor all’isola di Baffin parliamo d’amore

Irriverenti e romantici: Cecco e Cipo tornano con un nuovo singolo che parla d'amore e di una cartolina della Groenlandia.

Walkman #4 – My Girl Is Retro

In uscita con il nuovo singolo "Corallo", My Girl Is Retro compone per noi una playlist avvolgente e riflessiva, come la sua musica.

6 album freschi freschi da ascoltare questa settimana

Una selezione di uscite dal respiro internazionale che proprio non potete farvi scappare.

La filosofia del ramo: l’arte di Iside Calcagnile in un nuovo podcast

Dalla pittura all'installazione che si serve di elementi naturali, Iside Calcagnile ci racconta il suo essere artista e la sua ecosofia.