La musica del mese #1

Le uscite discografiche indipendenti che ci sono piaciute di più questo mese.

1. Hide and seek – Freddie Long

Il 24 Settembre è uscito Hide and Seek, il nuovo singolo di Freddie Long che anticipa l’EP in arrivo Motion. La nuova gemma della scena londinese, elogiata dalla BBC e dal Sunday Mirror, ha raggiunto oltre i 4 milioni di streaming e suonato in due concerti sold out nel Regno Unito a settembre. Hide and Seek è, secondo l’artista, la canzone più personale che ha rilasciato fino ad oggi. 

Attraversare momenti difficili nelle mie relazioni con gli altri mi ha fatto capire i miei errori. Volevo che questo fosse il messaggio della canzone. Ripensandoci, al momento non me ne accorgevo. Deludere le persone e non dare loro il 100%.

FREDDY LONG

2. Mostro v1 – Iside

MOSTRO v1 (Sony Music Italy) è il nuovo singolo degli ISIDE che va ad aggiungersi alla tracklist di ANATOMIA CRISTALLO. Nella tracklist dell’album – a cui si è aggiunto il nuovo singolo – la “v” seguita da un numero rappresenta il numero di versioni del brano modificate prima di arrivare a quella definitiva. La scena bergamasca c’è e ha parecchio stile.

3. Gemelli – Ufo blu

Un’altra novità dalla scena bergamasca. Amore e zodiaco si mescolano nel future pop degli Ufo blu, in uscita con il brano Gemelli (Futura Dischi), un brano malinconico in cui la luna diventa unica compagna di viaggio quando finisce una relazione. Da ascoltare nelle serate di luna piena.

4. Happy Gospel – Sebaa

Fuori da giovedì 9 settembre, Happy Gospel di Sebaa (Waves Music Agency), un nuovo capitolo che ci avvicina all’uscita dell’EP di debutto Butterfly Radio. Sebaa è un rapper atipico: la musica diventa uno strumento per dire la propria, un esercizio di stile per migliorarsi. C’è chi scrive “artista” nella bio di Instagram e chi tace.

5. Povero cuore – Mobrici feat. Brunori Sas

Povero cuore (Maciste Dischi/Virgin Records/Universal Music Italia) è una conversazione tra due amici in forma di canzone, un brano con una forte potenza emotiva nato dalla collaborazione tra l’ex leader dei Canova e il buon Brunori. Una pacca sulla spalla per chi sveglia troppo pessimista.  

6. Toi Pa – Mombao

Ai Mombao piace scoprire nuove rotte in territori poco battuti e ce lo confermano con questo nuovo singolo. Il duo, formato da Damon Arabsolgar (Pashmak) e Anselmo Luisi (Le Luci della Centrale Elettrica, ha collaborato con Selton, Giovanni Falzone, Virtuosi del Carso), ama mescolare canzoni inedite in diverse lingue a canti popolari provenienti da diverse culture. In questo brano c’è tutto il tribale riarrangiato in chiave rock elettronica di cui hai bisogno.

Popolari

Dove nascono le idee – A casa di Giorgio Ciccarelli

"Sei qui" è il nuovo singolo di Giorgio Ciccarelli, cantautore ed ex chitarrista degli Afterhours. Per l'occasione siamo stati a trovarlo a casa sua a MIlano.

Rise Above Dead: “I nostri pezzi sono il frutto di lunghe e fumose serate in sala prove”

Dopo lo stop obbligato degli scorsi mesi, Tutto Il Nostro Sangue, riparte e inaugura...

Divano is the new uscire: 5 film per combattere la noia secondo dellarabbia

I consigli cinematografici dei dellarabbia, reduci dall'uscita del nuovo singolo che cita Forrest Gump.

recenti

La bellezza eterea negli scatti di Giada Ramera

Fotografa italiana con un passato da pittrice, Giada Ramera riesce a raccontare in ogni scatto il proprio ideale di bellezza femminile.

Le illustrazioni minimal déco di Sophie Villa

Le illustrazioni di Sophie Villa regalano attimi di leggerezza reinterpretando in senso moderno le geometrie curate dell'art decò.

L’esordio esplosivo di Tanca e la sua crew in “Words of Dogtwon”

L'amore per lo skate, il collettivo Klen Sheet e un disco rap dall'attitudine punk. Quello di Tanca è un esordio col botto.

altro di ulai

“io non piango mai…” è il nuovo singolo dei Vhsupernova

Atmosfere dance floor, cura delle sonorità e la voce avvolgente di Giulia: il nuovo singolo dei VHSUPERNOVA lo cantiamo già.

Le illustrazioni minimal déco di Sophie Villa

Le illustrazioni di Sophie Villa regalano attimi di leggerezza reinterpretando in senso moderno le geometrie curate dell'art decò.

Rileggiamo “Le braci” di Sándor Márai

Ci sono libri che sanno raccontare la solitudine dell'uomo moderno meglio di altri. Le Braci di Sándor Márai è uno di questi. La nostra recensione.

I Pau Amma torneranno e vi riempiranno di post-it

Il quartetto bergamasco prodotto da Dischi Sotterranei non perde il suo groove. Nemmeno in quarantena.

Martina Filippella, illustratrice di Freeda: «non provate a dirmi less is more»

Come combattere i puristi delle linee dritte e il minimalismo barboso a suon di illustrazioni pop.