Nord-est blues: intervista a Giorgio Gobbo. Con Andrea Pennacchi

Nord-est blues: intervista a Giorgio Gobbo. Con Andrea Pennacchi

Due artisti, due vecchi amici, qualche birretta e un palco con una spettacolare vista sui Colli Euganei.

Giorgio Gobbo è un artista poliedrico: cantante, chitarrista, autore e compositore. È amante della natura e delle storie antiche e moderne. Nel proprio curriculum vanta l’esibizione all’Ariston di Sanremo su invito del Premio Tenco e la collaborazione a numerosi lavori del regista Andrea Segre, inclusa la colonna sonora del film La prima neve, presentato alla Mostra del cinema di Venezia nel 2013. Esordisce come solista con l’album Nettare dell’estate

Per incontrarlo, ci siamo recati sul Monte Venda, il più elevato dei Colli Euganei, in occasione dello spettacolo Pojana e i suoi fratelli. La sceneggiatura e interpretazione di Andrea Pennacchi sono state accompagnate dalle musiche di Giorgio Gobbo (voce e chitarra) e Gianluca Segato (lap steel guitar).

Prodotto da Teatro Boxer e organizzato in collaborazione con Irruzioni Festival, l’evento è andato in scena nella suggestiva cornice dell’Anfiteatro del Venda, il meraviglioso teatro naturale che prende il nome dall’omonimo monte sui Colli Euganei.

Giorgio Gobbo: backstage dello spettacolo "Il Pojana e i suoi fratelli" con
Anfiteatro del Venda: backstage dello spettacolo “Pojoana e i suoi fratelli”

Abbiamo colto l’occasione per intervistare anche Andrea Pennacchi, attore padovano impegnato da anni nel teatro e reso celebre a livello televisivo dalla trasmissione di La7 Propaganda Live. Qui interpreta “il Pojana” – stereotipo del veneto medio – che fa ridere e pensare. Con Pennacchi, Gobbo coltiva da anni un fertile sodalizio artistico, scrivendo ed eseguendo i brani musicali che accompagnano lo storytelling dell’attore. 

Dal primo incontro con la musica, al rapporto con la natura e all’insolito piano-b come guardia forestale, Giorgio non ha semplicemente risposto alle domande, ma è riuscito a disegnare per noi situazioni e ricordi come solo un narratore esperto sa fare.

Il rapporto tra Giorgio e Andrea si basa su uno scambio reciproco, e così mentre il primo ci rivela perché il dialetto sia così importante a livello comunicativo, in chiusura, il secondo ci parla della sua relazione con la musica e di quanto essa sia fondamentale per il racconto. Buona visione.  

Per iscriverti al nostro canale YouTube clicca qui: https://bit.ly/Subscribe-to-ULAI.

I 10 migliori film del 2021

Da Sorrentino a Vinterberg, da Woody Allen a Jane Campion: i 10 migliori film del 2021 secondo la redazione di Ulai. Tutto il resto è noia.

L’erotismo irriverente nella fotografia di Emanuele Ferrari

Emanuele Ferrari fa parte della top 100 dei fotografi internazionali più influenti sul web...

Takeaway, quattro chiacchiere sul nuovo film di Renzo Carbonera

Con il film Takeaway, Renzo Carbonera porta al cinema una lucida riflessione sullo sport e sui compromessi per vincere.

La nostra intervista alla cantautrice Jamila

"Frammenti" (prod. Ferramenta Dischi) è l'album di debutto sfrontate e sincero della cantautrice italo-algerina Jamila.

La fotografia di Caterina Notte riscrive il concetto di fragilità femminile

Caterina Notte indaga la complessità della figura femminile e la dinamica fluttuante tra vittima e predatore.

La musica del mese #2

Le migliori uscite discografiche indipendenti di questo mese: Giuse The Lizia, Kaufman, caspio, Jesse The Faccio, Riva, Anna Bassy.

Leggi anche

Just Art, «anche l’anima va sfamata»: intervista allo street artist Sirante

La street art è creata per raccontare una storia, promuovere un'idea, illustrare una cultura,...

Le illustrazioni minimal déco di Sophie Villa

Le illustrazioni di Sophie Villa regalano attimi di leggerezza reinterpretando in senso moderno le geometrie curate dell'art decò.

Walkman – Scelti da Lena A.

Walkman è la playlist che ti fa conoscere i migliori artisti dell'indie italiano e le loro influenze. Oggi con la giovane cantautrice Lena A.

Solo gli artisti sopravvivono – Ascolta il podcast con Camilla Cattabriga

Dai ritratti all'amica Matilda De Angelis all'amore per la fotografia analogica, Camilla Cattabriga si racconta in un nuovo toccante podcast.

Arte emergente: per Alice e Ahad nulla è più ricco della polvere

Alice Mestriner e Ahad Moslemi si interrogano sui concetti di tempo, identità e linguaggio, tra installazione, performance e arte concettuale.

“Venere in pelliccia”: un viaggio introspettivo nel sadomasochismo

Non solo "50 Sfumature di Grigio": un esempio di maestria registica i cui cardini girano attorno alla vendetta femminile e al rovesciamento dei ruoli, conditi dalla frizzante ironia tipicamente polanskiana.