Cerca per tag

Libri

“Il nome della rosa” e il Postmoderno: ma ne siamo davvero usciti?

Il romanzo di Eco è un capolavoro della contemporaneità e ce ne disvela il carattere ibrido, labirintico, citazionista e senza centro.

“Un cazzo ebreo”, il libro più cringe e provocatorio del 2021

Non il solito libro sull'Olocausto: la portata civica del racconto di Katharina Volckmer per "La Nave di Teseo".

“Il buio oltre la siepe” di Harper Lee, tra romanzo realista e romanzo di formazione

Cari lettori di Ulai, bentornati a un altro consiglio di lettura del mese. Oggi siamo in America, a cavallo tra gli anni Venti e...

La trilogia fantastica (ma tutta reale) di Italo Calvino

Bibliofili di tutti i paesi, uniamoci! Catapultiamoci nel Medioevo fantastico di Italo Calvino, grande narratore italiano del XX secolo. Tra gli scritti di Calvino,...

Rileggiamo “Le braci” di Sándor Márai

Ci sono libri che sanno raccontare la solitudine dell'uomo moderno meglio di altri. Le Braci di Sándor Márai è uno di questi. La nostra recensione.

“Furore” di Steinbeck non è solo un best-seller

Una rilettura del capolavoro di Steinbeck che come ogni classico non smette di essere attuale: la nostra recensione del romanzo Furore.

Più letti

Giuseppe Gradella: svelare la memoria

Una variazione sul tema della bellezza, tra senso pittorico e dimensione onirica della fotografia.

Il fotografo della terapia intensiva: Paolo Miranda

Il fotografo-infermiere del Covid diventato famoso sul web per i suoi scatti nel reparto di terapia intensiva nell'Ospedale di Cremona.

Across the University: lettera dal festival

Ecco cosa significa annullare una manifestazione a causa del Coronavirus.

Il fascino discreto del quarto stato

Assunto come quadro-simbolo del 1° maggio, Il quarto stato invade le bacheche social e influenza il cinema, con un po' meno forza simbolica di un tempo, ma meglio di niente.

Le statue abbattute nella lotta anti-razzista

La lotta iconoclasta e la decolonizzazione degli spazi richiedono una lettura meno superficiale.

L’incubo dell’isolamento sociale nella serie cult “The Prisoner”

Con sguardo straordinariamente proiettato al nostro presente, The Prisoner anticipa la deriva tecnocratica delle società moderne, identificandosi quale imperdibile cult seriale un ventennio prima di Twin Peaks.